Come i prodotti Garmin vi aiutano a ricominciare a correre dopo il lockdown

Ricominciare a correre dopo il lockdown non sarà una passeggiata, lo sappiamo bene, ma i prodotti Garmin possono darvi una mano. Come? Scopriamolo insieme.

Cosa è cambiato in due mesi?

Un lungo stop non è la fine del mondo, a molti di voi sarà capitato di dover sospendere la corsa in passato, magari a causa di un piccolo infortunio. E forse vi ricorderete che ricominciare a correre, quasi da zero, non è una passeggiata e richiede alcuni accorgimenti.

Siete sempre stati abituati a correre all’aperto, in strada o su sterrato, per brevi o lunghe distanze, almeno 2-3 volte a settimana. Poi avete dovuto rinunciare, ripiegando obbligatoriamente su altri tipi di attività sportive, adatte al periodo di lockdown.

I più fortunati di voi hanno potuto correre sul tapis roulant, qualcuno ha corso come un criceto creando solchi profondi nel giardino di casa. Tanti altri si sono organizzati come hanno potuto, allenandosi a casa senza attrezzi, con workout, attività cardio e lezioni fitness per non perdere del tutto resistenza e forza muscolare concentrandosi, magari, su aspetti solitamente trascurati. Qualcuno, forse, ha sospeso completamente ogni tipo di attività fisica.

covid 19 correre durante la quarantena

Al termine delle restrizioni, tutti avranno in comune la stessa voglia di tornare a correre all’aperto, in strada o sui monti. Ma attenzione, perché due mesi sono lunghi e in questo arco di tempo il vostro fisico si è adattato e modificato, non solo a causa delle uova di Pasqua e degli svariati kg di pane fatto in casa.

A cosa dovrete fare attenzione ricominciando a correre

Pensare di tornare a correre riprendendo da dove avevate interrotto non è possibile. Il vostro fisico e i vostri muscoli non sono ovviamente gli stessi di due mesi fa. Il vostro livello di forma e di allenamento, per quanto lo abbiate curato, non sarà quello che avevate prima del lockdown, quando correvate 2-3 volte alla settimana (e forse anche di più). Anche rompere il fiato potrebbe essere più complicato.

Il tapis roulant, ad esempio, vi avrà fatto perdere la sensazione della corsa su asfalto. Tornare a correre in strada vi costringerà a fare i conti con DOMS (ovvero i classici dolori muscolari a insorgenza ritardata) e con un carico di acido lattico notevole. Ancora di più se in questi mesi non avete potuto correre.

ricominciare a correre

Vi sembrerà di cominciare a correre per la prima volta, come un’astronauta sbarcato sulla terra, allenato sì ma su diversi distretti muscolari. Dovrete riabituare il vostro corpo e le vostre gambe al gesto tecnico della corsa. Non solo. Probabilmente, l’ultima volta che avete corso le temperature erano molto più basse rispetto ad ora. In questi mesi il vostro corpo non avrà potuto acclimatarsi gradualmente e quindi dovrete abituarlo da zero a correre con il caldo. Anche per questo dovrete fare attenzione. Ricominciate a correre per gradi, con un piano di allenamento specifico, che vi consente di tornare, nel giro di qualche settimana, alle distanze e ai tempi a cui eravate abituati.

Le funzioni Garmin per aiutarvi a ricominciare a correre

Se siete tra i fortunati possessori di un Garmin avrete un aiuto in più.
Ecco come e con quali funzioni.

Garmin Coach
La funzione Garmin Coach vi permetterà di seguire l’allenamento graduale di cui avete bisogno. Sarà come avere a disposizione un coach personale che vi segue passo passo nella preparazione e nel recupero della forma. Imporsi un obiettivo iniziale di distanza o di tempo, necessario per iniziare un programma di allenamento Garmin Coach, sarà anche un’ottimo stimolo motivazionale, in caso non ne abbiate già a sufficienza (😏).

piano di allenamento per ricominciare a correre

Allenamenti running personalizzati e avvisi durante la corsa
Siete autodidatti? Allora create i vostri allenamenti personalizzati su Garmin Connect e inviateli al vostro dispositivo. Il vostro Garmin scandirà anche i tempi del vostro interval training, quando ricomincerete a correre lavorando su qualità e velocità. Utilizzatelo anche per monitorare il passo e le zone cardio, così saprete se vi state allenando alla giusta intensità. Se supererete i limiti consigliati per questa fase di ripresa, ci penserà il vostro Garmin ad avvisarvi.

Popularity heatmap di Garmin Connect
In questa situazione di ritorno alla normalità, c’è questa fase di transizione che ci impone di mantenere il distanziamento sociale anche durante la corsa. Per evitare i percorsi più affollati quindi, affidatevi alla popularity heatmap di Garmin Connect, che mostra i percorsi più battuti dai runners in modo da trovare itinerari alternativi e meno frequentati.

Monitoraggio dello stato di forma
Riprendere con le vostre sessioni di running permetterà al vostro Garmin di aggiornare anche i parametri fisiologici che servono a misurare il vostro livello di forma. Primo su tutti il VO2max, fondamentale per quantificare la condizione fisica da state ripartendo e per monitorare, mano a mano, i vostri progressi. Non solo, il Training Load e il Training Status vi aiuteranno a monitorare gli effetti delle vostre prime sessioni di corsa sul fisico, mentre le funzioni wellness vi aiuteranno a verificare la risposta del vostro fisico alla  nuova routine ritrovata, tramite l’analisi del livello di stress, della Body Battery e il monitoraggio sonno.