Italia | Italy
Skip navigation links
Spedizione gratuita su tutti gli ordini superiori a € 30.

Meglio correre alla mattina o alla sera?

Meglio correre alla mattina o alla sera? È uno di quei dubbi amletici che affliggono i runner insieme a Termica sì o termica no, o almeno quelli che stanno iniziando a correre e sono alla ricerca di consigli utili.

Partiamo da una premessa: non c’è una regola che stabilisce se sia meglio correre alla mattina o alla sera. Sono troppe le variabili in gioco (disponibilità di tempo e orari, sicurezza, metabolismo, tipo di allenamento) per poter dare una sola risposta e comunque, ai fini della preparazione, non è l’orario a fare la differenza, ma piuttosto la risposta del nostro organismo, che deve sempre essere messo nella condizione di allenarsi al meglio.

Vero è, però, che tra correre alla mattina e correre alla sera ci sono alcune differenze: tenete conto se state decidendo quando allenarvi oggi.

Siete più mattinieri o nottambuli?

Se siete runner navigati, probabilmente sapete già qual è per voi il momento migliore per allenarsi, avrete già sperimentato gli effetti di correre alla mattina o alla sera e, soprattutto, avrete imparato in quale momento della giornata il vostro fisico risponde nel modo migliore. Molto dipende dall’orologio biologico, che è soggettivo e rende alcuni più attivi al mattino, altri invece a partire dal pomeriggio.

mattinieri o nottambuli

Premesso ciò, se potete decidere liberamente quando correre, alla mattina o alla sera, siete fortunati, perché potrete allenarvi nel momento a voi più congeniale, quello in cui vi sentite più in forma e motivati. Se invece gli impegni quotidiani – la famiglia, il lavoro – sono vincolanti, probabilmente non avete scelta. In questo caso capire cosa comporta correre al mattino o correre alla sera vi permette, se non altro, di sfruttare al meglio entrambi.

Correre alla mattina, perchè il mattino ha l’oro in bocca

Probabilmente anche per i più mattinieri alzarsi all’alba per uscire a correre – magari al freddo e al buio, in inverno – non è così semplice e immediato. Il corpo ha bisogno di più tempo per attivarsi dopo il sonno, ma i benefici che se ne ricavano sono notevoli. In fondo basta prendere l’abitudine. Se scegliete di correre al mattino, non sottovalutate il fattore alimentazione. E preparate l’occorrente per correre la sera prima, così non dovrete fare altro che mettere i piedi giù dal letto, infilare le scarpette e uscire a correre.

correre la mattina

5 motivi per cui correre alla mattina è meglio che alla sera

1⃣
Correre al mattino presto, quando siete riposati, attiva il metabolismo e vi dà la carica per affrontare la giornata. L’importante è che dopo l’allenamento possiate ritagliarvi il tempo per una doccia rigenerante e un’abbondante colazione. Ve la siete meritata, certo, ma soprattutto vi servirà per reintegrare le scorte di glicogeno.

2⃣
Se andate a correre alla mattina, non dovete farlo alla sera. Banale, certo, ma questo significa che non dovrete più pensare all’allenamento per tutta la giornata. Siete liberi di andare al lavoro, stare con i figli, fare shopping, concedervi un aperitivo in compagnia dopo l’ufficio.

3⃣
Correre alla mattina, a digiuno, ha un maggiore effetto dimagrante, perché il corpo, a corto di scorte di zuccheri dopo il riposo notturno, attingerà energia dai grassi. Attenzione però: se vi sentite molto deboli fate una colazione leggera (un caffè e due biscotti, oppure un frutto) 30-45 minuti prima di uscire e comunque non correte a digiuno per più di un’ora.

4⃣
La mattina è il momento migliore per dedicarsi ai medi e lenti, quelli che vi servono per dimagrire o preparare gare più lunghe di 10 km. Il corpo si è appena svegliato: non strapazzatelo con ripetute e allunghi che non è ancora pronto a sostenere. Se proprio avete in programma un allenamento di qualità, dedicate più tempo al riscaldamento e allo stretching (muscoli e tendini stanno ancora dormendo, il rischio infortunio è dietro l’angolo) e a colazione fate scorta di zuccheri semplici, a rapida assimilazione, di cui il fisico ha bisogno per gli sforzi più intensi.

5⃣
In linea di massima (ma molto dipende dall’orario), correre alla mattina, in estate vi permetterà di evitare il caldo, come consiglia Dario Marchini nel suo post dedicato al correre con il caldo); in inverno di godervi l’alba; in tutte le stagioni, di approfittare della città deserta, silenziosa e di un’aria più pulita.

Correre alla sera: come concludere al meglio la giornata

Se siete tra coloro che preferiscono correre alla sera piuttosto che alla mattina, sappiate che la scienza è in qualche modo dalla vostra parte. È vero che si tratta di condizioni soggettive, ma in generale, secondo i medici dello sport, tra le 16 e le 19 il nostro corpo rende al meglio, perché la capacità di resistenza raggiunge il suo picco. Certo, anche pensare di correre dopo una giornata di lavoro non è così immediato, ma ha il suo perché. Un consiglio: preparate già la borsa con l’occorrente per correre e tenetela nel baule dell’auto, o in ufficio. Non dovrete rientrare a casa per cambiarvi, sarà più facile mantenere la motivazione e avere la meglio sulla pigrizia.

meglio correre la mattina o la sera

Ecco invece 5 motivi per scegliere di correre alla sera

1⃣
Correre alla sera (e per sera intendiamo comunque prima di cena) è un potente antistress. Dopo una giornata di impegni, di lavoro o studio, la corsa vi permette di staccare la spina, liberare la mente, buttare fuori pensieri e tensioni. La stanchezza fisica di un’ora di corsa spazzerà via quella mentale di tutta la giornata e tornerete a casa come nuovi, rilassati e riossigenati. Provare per credere.

2⃣
La sera è il momento migliore per dedicarsi agli allenamenti di qualità, come ad esempio il fartlek. Il corpo è sveglio, più reattivo e ha tutte le scorte di energia necessarie. Attenzione però: non correte a stomaco vuoto. Un’ora prima di correre prendetevi il tempo per una merenda leggera ma nutriente (uno yogurt con cereali integrali, o un panino con il prosciutto) oppure, se siete di fretta, ripiegate almeno su una barretta energetica.

3⃣
Se non vi attardate troppo e la stagione è quella giusta, potrete godervi una corsa al calare del sole, con le tinte rosse del tramonto a fare da cornice. Impagabile, specie se decidete di correre con la musica e con le vostre colonne sonore preferite nelle orecchie. Se però correte con il buio, non dimenticate di rendervi sempre ben visibili e, se possibile, preferite le zone illuminate, frequentate e lontano dal traffico. Se siete in dubbio, il vostro cardiofrequenzimetro Garmin vi viene in aiuto con un apposito widget con gli orari di alba e tramonto. per non farvi cogliere alla sprovvista.

4⃣
Allenamento, doccia e una cena leggera per recuperare le energie spese: correre alla sera è la migliore garanzia di un buon riposo. Se andrete a dormire con un Garmin al polso ne avrete la riprova grazie alla funzione di monitoraggio del sonno. Il discorso cambia se vi attardate con l’orario al dopo cena e con allenamenti molto intensi: in questo caso prendere sonno potrebbe essere più complicato.

5⃣
Anche correre alla sera è utile per restare in forma, perché aiuterà il vostro organismo a bruciare calorie durante il sonno.

 

Condividi