Come Fare Trekking in Sicurezza

Panorami mozzafiato in mezzo alla natura incontaminata e atmosfere uniche: sono tante le motivazioni che spingono gli amanti del trekking ad affrontare le escursioni in montagna, ma per fare in modo da rendere ogni esperienza in alta quota ancora più serena è importante non perdere mai di vista la sicurezza.

Pericoli e imprevisti sono sempre dietro l’angolo in alta montagna, per questo prima di intraprendere un viaggio è necessario prepararsi ad ogni evenienza: ecco alcuni consigli utili che vi aiuteranno ad evitare spiacevoli inconvenienti e a vivere in serenità ogni nuova avventura.

fare trekking sicuro

5 regole da seguire per un trekking sicuro

Il trekking è un’attività divertente ma allo stesso tempo richiede preparazione e attenzione: per affrontare le escursioni in alta quota senza correre rischi è indispensabile mettere in atto alcune precauzioni che vi permetteranno di vivere nel migliore dei modi ogni esperienza in montagna.

Le 5 più importanti regole da seguire per fare trekking in sicurezza sono:

  1. Definire l’itinerario. Il primo passo per affrontare un’escursione in sicurezza è pianificare l’itinerario, scegliendo il tipo di percorso da affrontare, incluso il grado di difficoltà e il dislivello. Conoscere la classificazione dei sentieri di montagna prevista dal Club Alpino Italiano (CAI) vi può aiutare a capire quali scegliere sulla base del livello tecnico e della distanza planimetrica indicata dalla segnaletica. Informarsi sulle caratteristiche dei tracciati prima della partenza è infatti indispensabile per valutare con largo anticipo quanti chilometri percorrere e per individuare i sentieri più adatti al vostro livello di  preparazione.
    I migliori percorsi per fare trekking in Italia sono adatti a tutti i livelli e dislocati da Nord a Sud, tra cime innevate e scogliere a picco sul mare: con un’attenta pianificazione sarete in grado di scoprire angoli incontaminati del nostro Paese e affrontare le escursioni in totale sicurezza.
  1. Utilizzare mappa e GPS. In alta quota, immersi in mezzo alla natura, smartphone e smartwatch sono particolarmente utili per comunicare ma non sempre sono sufficienti, soprattutto se si intende affrontare un’escursione in totale autonomia.
    In assenza di copertura, la rete cellulare diventa irraggiungibile e senza una mappa o un dispositivo satellitare può risultare difficile orientarsi: usare un GPS in montagna è indispensabile per restare connessi, vi aiuterà a capire in che direzione vi state dirigendo e la distanza dalla meta prefissata, dandovi più informazioni possibili sul percorso.
    I migliori GPS per la montagna, come i dispositivi Garmin della serie GPSMAP, grazie al supporto dei satelliti Multi-GNSS, offrono una navigazione ancora più precisa e vi consentono di tenere traccia in ogni momento della vostra posizione e di condividerla con familiari e amici, così da poter essere localizzati in caso di necessità.
  1. Partire all’alba. Fare trekking in sicurezza significa pianificare non solo il percorso ma anche il momento ideale della giornata in cui partire. Mettersi in cammino al sorgere del sole è sicuramente la scelta ideale per evitare di affrontare l’alta montagna nelle ore notturne, soprattutto se si ha in programma un’escursione di lunga durata.
    Partire all’alba è di grande utilità soprattutto se si intende fare trekking d’estate: vi eviterà di camminare nelle ore più calde, immersi nel silenzio della natura incontaminata alle prime ore del mattino.
  1. Massima attenzione alle previsioni meteo. Il tempo in alta quota cambia rapidamente: venti che variano per direzione e intensità e temporali improvvisi rendono difficile affrontare qualsiasi tipo di sentiero in montagna, soprattutto quando non si ha esperienza.
    Per evitare che ciò accada è importante valutare attentamente le previsioni atmosferiche prima di partire, così da ridurre gli imprevisti e vivere serenamente le giornate in alta quota.
  1. Scegliere il giusto equipaggiamento. Fare escursioni in montagna in sicurezza significa anche equipaggiarsi nel modo corretto e dotarsi della giusta attrezzatura: alcuni accorgimenti fondamentali, a partire dalla scelta dello zaino da trekking fino alle scarpe tecniche e ai kit di pronto soccorso e di emergenza, sono indispensabili per vivere l’uscita in totale serenità e prepararsi agli imprevisti.