Cardiofrequenzimetro e GPS: l’unione perfetta

Se avete scelto di seguire uno stile di vita sano e dinamico, saprete già quanto possa essere utile, se non indispensabile, utilizzare un cardiofrequenzimetro. Meglio ancora se si tratta di un cardiofrequenzimetro da polso. Se però siete sportivi, difficilmente per voi sarà sufficiente. La soluzione ideale è uno smartwatch che abbia, insieme, cardiofrequenzimetro e GPS.

I vantaggi di un cardiofrequenzimetro GPS

L’utilità di un GPS da polso è assodata: localizza la vostra posizione, vi permette di verificare che distanza coprite e in quanto tempo durante una corsa o una camminata. Unito a un cardiofrequenzimetro, che è in grado di rilevare il battito cardiaco, vi permette di monitorare, ad esempio, quante calorie bruciate in un giorno durante le vostre attività.

Se siete sportivi, un cardiofrequenzimetro GPS diventerà il vostro miglior alleato, in gara e in allenamento. I dati relativi alla zona e alla frequenza cardiaca, infatti, vi dicono molto sull’efficacia del lavoro che state facendo e su come migliorarlo. In linea generale, se consociamo il nostro sforzo, misurato in frequenza cardiaca, possiamo capire se è il caso di forzare di più oppure se stiamo esagerando e il nostro fisico richiede una fase di recupero. Sempre su questo blog vi abbiamo spiegato, ad esempio, l’importanza del Vo2max.

Cardiofrequenzimetro GPS Garmin Forerunner

Avere al polso un dispositivo con GPS e cardiofrequenzimetro vi aiuterà non solo durante l’attività sportiva, ma anche per valutare, ad esempio, il vostro livello di stress o per allertarvi quando la frequenza cardiaca è troppo elevata.

Orologio GPS con cardiofrequenzimetro integrato

Per molto tempo chi aveva necessità di contare contemporaneamente su GPS e cardiofrequenzimetro, non ha potuto fare altro che abbinare ad un orologio con GPS integrato una fascia cardio toracica. La fascia cardio resta un dispositivo più che valido, preciso e affidabile per la misurazione della frequenza cardiaca, tuttavia la tecnologia si è evoluta e oggi il sistema di misurazione più diffuso è quello del lettore ottico al polso. Vi basterà avere con voi uno smartwatch Garmin per monitorare, contemporaneamente e in tempo reale, i dati di GPS e cardiofrequenzimetro.

Fra le funzionalità che possono essere utili ci sono i suggerimenti sui tempi di recupero e sui carichi di allenamento, il training sulle zone cardiache in modo da non superare quelle di sicurezza o la possibilità di creare intervalli delle sessioni d’allenamento.

Insomma, voi ci mettete l’impegno, alla tecnologia pensiamo noi. Come per il nuovo Forerunner 645 Music che, a detta di molti, è il miglior cardiofrequenzimetro disponibile oggi.

Condividi