Arrampicata Sportiva: ecco quello che c’è da sapere

Disciplina affascinante e adrenalinica, l’arrampicata ha conosciuto negli ultimi tempi una fortuna sempre crescente. Il segreto di questo successo risiede in un mix di elementi che appassionano tanto i giovanissimi quanto gli adulti, desiderosi di mettersi alla prova esplorando i confini delle proprie capacità fisiche e mentali.

Abbiamo raccolto in questa guida una serie di consigli utili per chi desidera iniziare a fare climbing o per chi vuole migliorare la propria tecnica di scalata.

Il primo suggerimento è, in ogni caso, quello di affidarsi alla guida di istruttori esperti, che sapranno valutare il vostro stato di forma fisica e studiare con voi un percorso di crescita adeguato alle vostre caratteristiche.

5 consigli utili per iniziare a fare climbing

Non vedete l’ora di mettervi alla prova scalando a mani nude falesie o pareti artificiali nelle strutture indoor ma non sapete da dove iniziare? Ecco quello che c’è da sapere sull’arrampicata sportiva e una serie di consigli per vivere al meglio le vostre esperienze.

Età consigliata. Se vi state chiedendo quale sia l’età migliore per iniziare ad arrampicare sarete sicuramente soddisfatti dalla risposta: il climbing infatti è una disciplina adatta a tutti e non richiede specifiche competenze o caratteristiche di base per iniziare. Per avere la prova di quanto appena affermato è sufficiente recarsi in una delle numerose palestre presenti nelle città che offrono sia corsi base che avanzati, per vedere con i propri occhi gruppi composti sia da appassionati che da curiosi di ogni età che si cimentano in esercizi di scalata lungo le pareti artificiali. Certo è importante avere un buono stato di forma fisica, non avere problemi alle articolazioni che impediscano di compiere determinati movimenti e godere in generale di un buono stato di salute.

I tipi di scalata. Tra i vantaggi per chi decide di dedicarsi al climbing c’è il fatto che questo sport può offrire una serie di differenti tipologie di arrampicata, ognuna delle quali, pur essendo simile alle altre, presenta caratteristiche peculiari. L’ingresso di alcune di esse nel novero degli sport olimpici ha inoltre contribuito in maniera determinante a perfezionare sempre più le differenti discipline, che restano comunque unite da una comune base tecnica, possibile da apprendere in qualunque corso per principianti. Tra le discipline che negli ultimi anni hanno riscosso maggior successo c’è senza dubbio il bouldering indoor, anche detto sassismo, disciplina che consiste nello scalare massi e pareti alte non più di 5 o 6 metri, senza l’ausilio di corde di protezione.

consigli sul climbing

Climbing e forma fisica. Chi sogna di scalare in libertà sarà felice di sapere che lo sviluppo muscolare di chi arrampica è armonioso e piuttosto omogeneo. Benché la parte più pesante del lavoro venga svolta tendenzialmente da flessori, muscoli delle spalle, addominali e quadricipiti occorre sottolineare che ogni parte del corpo è chiamata a fare la sua parte durante un allenamento o una prova in parete, con risultati davvero soddisfacenti.

Come migliorare la propria tecnica. La forza, quando si scala, non è tutto: al successo di un’arrampicata concorrono infatti altri elementi fondamentali come l’equilibrio, la resistenza, la concentrazione e la capacità di riuscire a fare delle pause per recuperare le energie e alleggerire il lavoro dei muscoli. Ognuno di questi aspetti deve essere curato sia da scalatori in erba che da climbers appassionati qualora vogliano migliorare la tecnica di arrampicata e affrontare pareti e linee con gradi di difficoltà sempre maggiori.

Benefici per tutti. Fare climbing apre le porte a una serie davvero ampia di benefici apportati sia all’aspetto fisico che a quello mentale. Scalare infatti non solo tonifica la muscolatura e migliora la forma fisica, ma sviluppa la coordinazione e consente di raggiungere un maggior livello di consapevolezza e controllo del proprio corpo. Scalare a mani nude, in palestra o in falesia, inoltre, accresce il senso di autostima, migliora la capacità di concentrazione e aiuta a ridurre lo stress. Tutt’altro che trascurabili infine sono i benefici apportati dall’arrampicata alla socialità: una giornata in parete consente di condividere conoscenze e passioni comuni, immersi in strutture sicure e confortevoli o in paesaggi naturali di grande suggestione.