Skip navigation links

Scarpe da trekking: come scegliere quella giusta?

Volete acquistare un paio di scarpe da trekking ma non sapete quale scegliere? Come darvi torto. Quanto a modelli e versioni c’è solo l’imbarazzo della scelta. E non a caso, perché attività diverse richiedono scarpe da trekking diverse. Ecco allora qualche consiglio utile per capire quale sia la più adatta a voi e orientarvi all’acquisto.

Scarpe da trekking, a ognuno le sue

Si fa presto a dire scarpe da trekking ma di scarpe per l’escursionismo ne esistono svariati modelli. E giustamente, perché i materiali, la suola, la forma devono essere diversi per adattarsi alle diverse esigenze. Per scegliere le vostre prossime scarpe da trekking dovrete quindi tenere presenti alcuni fattori:

  • il tipo di terreno che dovrete affrontare;
  • la stagione in cui pensate di fare trekking;
  • il vostro livello di preparazione, esperienza e allenamento;
  • il vostro peso, l’età, eventuali problemi fisici;
  • le vostre priorità, che siano velocità, protezione o comfort;

Come scegliere le scarpe da trekking in base al terreno

Dove vi porteranno le vostre escursioni? È importante saperlo prima di acquistare delle nuove scarpe da trekking. Se siete amanti delle passeggiate tranquille nella natura, tra boschi e sentieri, senza dislivelli particolarmente impegnativi e, soprattutto, su terreni battuti, allora vi consigliamo di optare per un paio di scarpe da trekking basse e leggere, sul modello delle tradizionali scarpe da trail running.

scarpe trekking
Per terreni poco impegnativi optate per scarpe da trekking basse e leggere

Sono realizzate di norma in materiali sintetici, quindi leggere sia nel peso e che nella struttura. Questo significa che vi avvantaggeranno dal punto di vista della velocità e della fatica, rendendo il cammino più piacevole. La suola è flessibile (e garantisce alla pianta del piede la sensibilità necessaria per adattarsi al terreno), di norma dotata di grip sufficiente per affrontare fondi non particolarmente dissestati. Vi aiuteranno a non scivolare e potrete camminare senza problemi anche in caso di terreni umidi, leggermente fangosi o coperti di foglie. Se non siete esperti o allenati, evitate scarpe da trekking troppo tecniche e preferite qualcosa di protettivo. Lo stesso discorso vale se non siete particolarmente leggeri, ma anche se agilità ed equilibrio non sono proprio le doti più spiccate.

Se invece il vostro trekking si avvicina più all’alpinismo, allora dovrete indirizzarvi all’acquisto dei più classici scarponcini da trekking con la protezione alta per la caviglia. Si tratta di modelli realizzati principalmente in pelle; sono più robusti, dalla suola più dura, e quindi meno flessibili. Proprio per questo proteggono la caviglia da eccessivi affaticamenti e possibili distorsioni (se ad esempio dovete camminare per alcuni giorni, magari con uno zaino in spalla, su terreni impervi e discese rocciose o se avete caviglie fragili, magari già traumatizzate da precedenti infortuni). Gli scarponi da trekking proteggono anche la pianta del piede dagli spessori di rocce e sassi, buche e radici, oltre che piedi e caviglie da rami sporgenti e punture di insetti. Attenzione però, perché sono più pesanti e affaticheranno di più il vostro cammino. Tenetene conto.

Gli scarponi da trekking sono più adatti per escursioni impegnative

Siete in dubbio sul terreno che dovrete affrontare? Oppure nelle vostre escursioni avrete a che fare con fondi diversi? Avete due possibilità.

  1. Acquistare degli scarponcini medi, non alti alla caviglia ma nemmeno troppo bassi e leggeri (una via di mezzo tra scarponcino da montagna e scarpa da trail).
  2. Acquistare due paia di scarpe, una più leggera e una più robusta, e portarle entrambe con voi. Avrete un peso in più nello zaino, ma ne guadagnerete in termini di comfort e sicurezza.

Come scegliere le scarpe da trekking in base al clima e alla stagione

Primavera – Estate

Quando le temperature sono miti (a patto che non dobbiate affrontare terreni troppo impervi), vi basterà avere un paio di scarpe da trekking leggere, traspiranti quanto basta per non surriscaldare troppo il piede. In estate la traspirabilità dovrà essere maggiore. Le scarpe da trekking in Gore-Tex sono una buona soluzione ma attenzione, non vi garantiranno la traspirabilità totale quindi evitate calzini in spugna o cotone, che trattengono maggiormente umidità e sudore, e preferite quelli tecnici sintetici. Preferite fodere realizzate in materiali idrorepellenti: il clima cambia rapidamente in montagna e vi consigliamo di essere attrezzati in caso di pioggia, anche se moderata.

Gli scarponcini in Gore-Tex sono una buona soluzione per il trekking estivo

Autunno – Inverno

In autunno e in inverno vi dovrete preoccupare principalmente di due cose: tenere il piede asciutto e tenere il piede caldo. Soprattutto se fate trekking in quota, dovrete scegliere un paio di scarpe impermeabili, che isolino il piede dall’acqua in caso di pioggia consistente, di neve o, ancora di ruscelli e corsi d’acqua da attraversare, ma sempre e comunque traspiranti, che lascino cioè uscire l’umidità verso l’esterno della scarpa.

3 consigli per acquistare le scarpe da trekking

  1. Rivolgetevi a un negozio specializzato. Se siete alle prime armi vi serviranno i consigli di professionisti esperti, a cui spiegare le vostre esigenze;
  2. Provate, provate, provate! Non accontentatevi di pochi secondi. Tenere le scarpe ai piedi per alcuni minuti, fate qualche passo e, soprattutto, provatele con un calzino da trekking (niente calzini di cotone), gli stessi che dovrete usare durante le vostre uscite. Dovrete sentire le scarpe comode, il piede fasciato ma non stretto, il tallone stabile e le dita libere di muoversi ma senza che ci siano spazi eccessivi (che potrebbero causare vesciche e piccoli traumi).
    Scarpe da trekking con caratteristiche simili ma di marchi diversi potrebbero calzare in modo completamente differente.
  3. Non lesinate sulla vostra sicurezza. Comprare scarpe a basso prezzo e di scarsa qualità potrebbe costarvi caro, in termini di comfort ma anche di possibili infortuni. Se volete risparmiare, piuttosto, approfittate di sconti, promozioni, Black Friday, saldi di fine stagione. Sarà più facile trovare scarpe da trekking di qualità (magari fine serie) senza pagarle a prezzo pieno.

Un ultimo consiglio: divertitevi. Il trekking, e in generale le attività all’aria aperta, sono toccasana per il fisico e per la mente. L’importante è farlo sempre in sicurezza, con un abbigliamento consono, scarpe adatte e un GPS per il trekking a portata di mano.


Condividi