Italia | Italy
Skip navigation links
Spedizione gratuita su tutti gli ordini superiori a € 30.

Le distanze nel triathlon: a ciascuno la sua

Per tutti è la triplice, tre discipline in una, ma a ben vedere, le distanze del triathlon variano al punto tale da differenziare nello stesso sport, discipline quasi diverse. Per chi si sta avvicinando a questa specialità, ecco un approfondimento sulle distanze delle gare di triathlon, che speriamo possa esservi utile e, soprattutto, di stimolo per nuovi obiettivi e prossimi traguardi.

Le distanze del triathlon e dell’Ironman

Una frazione a nuoto, una frazione in bici, una frazione di corsa. Questa alternanza è ciò che hanno in comune le diverse distanze del triathlon; la differenza si gioca, invece, su metri e chilometri. Il triathlon classico, comunemente inteso, è quello olimpico ma non è l’unica specialità. Vediamole tutte.

TriathlonNuotoBiciCorsa
Super Sprint400 m10 km2,5 Km
Sprint750 m20 km5 km
Olimpico1,5 Km40 Km10 Km
Medio (Mezzo Ironman)1,9 Km90 Km21 Km
Lungo3 Km120 Km30 Km
Super Lungo (Ironman)3,8 Km180 Km42 Km

Triathlon Super Sprint

Il Triathlon Super Sprint è – lo dice il nome stesso – il più veloce: 400 metri a nuoto, 10 km in bici e 2500 mt di corsa. Una disciplina per veri velocisti. Lo sforzo è concentrato in un lasso di tempo molto breve, quindi si tratta di una specialità che richiede, più di altre, velocità e potenza muscolare.

Triathlon Sprint

Leggermente più lunghe le distanze del Triathlon Sprint: 750 metri a nuoto, 20 km in bici, 5 km di corsa. È la distanza ideale per chi preferisce le gare corte, ma anche per chi si avvicina per la prima volta alle gare di triathlon. I più esperti potranno sfidare il cronometro, mentre i neofiti potranno sperimentare l’adrenalina di una gara di triathlon.

Triathlon Olimpico

Il Triathlon Olimpico, come anticipato, è la distanza classica, quella a cui normalmente si fa riferimento quando si parla di gare di triathlon. L’Olimpico prevede una prima frazione a nuoto di 1.500 metri, una in bici da 40 km e 10 km di corsa. Questa distanza richiede doti di resistenza ma anche potenza muscolare: lo sforzo è concentrato tra le 2 e le 3 ore circa di gara, quindi occorre saper dosare le energie.

Allo stesso tempo, trattandosi di frazioni singole su distanze relativamente brevi, di norma non ci si risparmia quanto a velocità. Per molti triatleti è la distanza perfetta: non è una gara troppo breve ma nemmeno richiede una particolare resistenza, quindi si può puntare a un buon tempo, divertendosi.

Esiste anche il Triathlon Doppio Olimpico, con distanze duplicate: 3000 metri a nuoto, 80 km in bici, 20 km a piedi.

Triathlon Medio (o 70.3) (o Mezzo Ironman)

Il passo successivo, quanto a distanze di triathlon, è il Triathlon Medio. Secondo la classificazione ufficiale Fitri, distanza che molti conoscono come 70.3, o Mezzo Ironman: 1.900 metri a nuoto, 90 km in bici, 21,097 km di corsa (cioè la classica mezza maratona).

Con il Triathlon Medio le distanze iniziano ad essere impegnative. Per affrontare una gara di questa lunghezza occorre un allenamento specifico, che sappia lavorare sulla velocità ma anche sulla resistenza. Stiamo pur sempre parlando di gare che durano tra le 4 e le 6 ore. Anche dal punto di vista di idratazione e alimentazione, il corpo deve essere preparato e allenato per gestire le scorte.

I nuovi ciclocomputer Edge 530 e 830, ad esempio, sono in grado di indicarvi, dato un allenamento, se state bevendo a sufficienza e se vi serve mangiare per avere le calorie sufficienti a completare la gara. Se no ne avete uno vi consigliamo di farci un pensierino: il nuovo cardiofrequenzimetro Garmin Forerunner 945 è perfetto per chi fa triathlon, ma avere anche un ciclocomputer sul manubrio vi eviterà – in gara o in allenamento – di spostare lo sportwatch dal polso alla bici e viceversa, e questo vi semplificherà parecchio la vita, rendendo anche più leggibili i dati che vi servono in bici.

Triathlon Lungo

Nel Triathlon Lungo le distanze aumentano ancora: 3.000 metri in acqua, 120 km in bici e 30 km di corsa. Si tratta di distanze particolari, spesso utilizzate, così come il Triathlon Medio, in preparazione a gare ancora più lunghe, come gli Ironman.

Triathlon Super Lungo (o Ironman)

Nel Triathlon Super Lungo, o “distanza Ironman” (vi ricordiamo che “Ironman” è un marchio registrato, che identifica le gare di triathlon Super Lungo appartenenti a quello specifico circuito) – la prima frazione, a nuoto, è di 3,8 km, a cui seguono 180 km in bici e 42,095 di corsa (cioè la classica maratona).

Le distanze Ironman rappresentano quasi uno sport a sé stante rispetto al triathlon. È facile comprendere come una distanza così lunga metta in campo abilità e resistenze diverse rispetto, ad esempio, ad un olimpico. Stesso sport ma preparazione necessariamente diversa, come ci ha confermato Giulio Molinari con il racconto del suo allenamento per Ironman.

distanza ironman

A ciascuno la sua distanza di triathlon

Qual è la distanza migliore nel triathlon? Dipende.
Non esiste una risposta giusta. Così come accade nella corsa, nel nuoto o bella bici, molto dipende dalle inclinazioni personali, dalla predisposizione fisica, dal tempo che si può dedicare agli allenamenti, dalla costituzione fisica, muscolare e, perché no, anche dall’età.

Non a caso, in linea di massima, ogni triatleta sceglie la distanza più adatta alla sue caratteristiche e in quella si specializza. Il nostro Giulio Molinari ad esempio, così come Daniel Fontana, ama le lunghe distanze. Alessandro Fabian e Luca Facchinetti prediligono il triathlon su distanza olimpica, mentre Dario Chitti si è specializzato nel triathlon sprint.

L’importante, qualunque sia la vostra gara, è la preparazione che deve sempre essere adeguata per uno sport così articolato e impegnativo, dal punto di vista aerobico e muscolare, ma anche nutrizionale, su qualunque distanza si voglia gareggiare.

Condividi