Meglio Correre su Strada, Sterrato o Sabbia?

Quando la corsa diventa una passione, creare una routine di allenamento è fondamentale, ma con il passare del tempo possono subentrare noia e monotonia e si tende a perdere motivazione.

Un modo per evitare che ciò accada è sicuramente alternare diversi tipi di terreno per allenarsi: cambiare superficie offre nuovi stimoli, non solo mentali ma anche fisici, aggiungendo varietà all’allenamento in modo da renderlo più efficace.

Ma dove è meglio correre: su strada, sterrato o sabbia?

Soprattutto per il trail running è fondamentale adattarsi a diversi tipi di percorsi, sfruttando i boschi, sentieri lungo i fiumi o vicino al mare e le spiagge meno frequentate per allenarsi, in base al livello di esperienza.

Se vi manca l’ispirazione, gli orologi Garmin della serie Enduro vi aiutano a scegliere i migliori tracciati su strada, sterrato o sabbia: grazie alle informazioni in tempo reale su ascese effettuate e residue, inclusa pendenza, distanza e dislivello, oltre che su discese anche su percorsi in pianura, saprete sempre come regolare il passo a seconda dei diversi terreni su cui vi allenate.

Pianifica le tue uscite di trail running con gli smartwatch Garmin Enduro

Strada, Sterrato o Sabbia: dove è meglio correre e perchè

Il tipo di terreno gioca un ruolo fondamentale per il runner, influenzando in modo significativo la capacità dei muscoli e dei tendini di sfruttare la forza di tipo elastico e reattivo, detta anche stiffness.

A parità di ritmo, questa incide in modo molto differente sul dispendio energetico e sulle performance: più il terreno sarà duro, più aumenterà la forza di impatto, tuttavia anche scegliere un fondo eccessivamente morbido può esporre al rischio di infortuni.

Soprattutto se si ama la corsa in montagna o si ha l’obiettivo di allenarsi per un trail, è importante scegliere percorsi simili al terreno di gara, sia in termini di lunghezza che di dislivello.

Dove è meglio correre dunque? Ecco una panoramica sulle principali caratteristiche e i vantaggi che contraddistinguono la corsa su strada, sterrato o sabbia e come sfruttare i diversi tipi di terreno in funzione degli obiettivi prefissati.

corsa su sabbia

Quindi, ricapitolando, dove è meglio correre?

Per allenarsi ai percorsi trail è meglio correre sia su strada, che su sterrato o sabbia, alternando i diversi tipi di terreni per abituare il corpo a salite e discese e per far lavorare tutti i muscoli, così da aumentare elasticità ed efficienza.

Alternare asfalto e sterrato, può anche rappresentare una valida soluzione per prepararsi ad una gara, curando il potenziamento muscolare e allenando al tempo stesso la velocità. I terreni irregolari favoriscono la concentrazione e imprimono una forza diversa ai muscoli, pertanto sono indispensabili per allenare sia l’aspetto mentale che fisico, soprattutto se si ha in programma di affrontare gare trail, dove la varietà dei percorsi è una delle principali difficoltà, con cui ci si deve confrontare.

Per ottenere il meglio da ogni uscita è fondamentale inoltre dotarsi di un buon dispositivo GPS: con un orologio come il Garmin Enduro 2 al polso sarete in grado di adattarvi ad ogni ambiente e di scoprire come il vostro corpo reagisce con l’acclimatazione al calore e alla quota.

Inoltre, grazie all’accesso a più sistemi satellitari di navigazione globale, potrete sempre contare su un dato molto preciso sulla vostra posizione e sui vostri spostamenti.

Corri su ogni tipo di percorso con un Garmin Enduro 2 al polso