Italia | Italy
Skip navigation links
Spedizione gratuita su tutti gli ordini superiori a € 30.

Running, donne e sicurezza: qualche consiglio pratico

Correre da soli, al buio, in zone poco frequentate sono pratiche sconsigliabili in generale, ma per le donne ancora di più. Inutile negarlo: per le runner certe situazioni sono più pericolose che per gli uomini. Le donne che corrono sono sempre più numerose e questa è una tendenza che, secondo noi, va incoraggiata. Quindi, dopo aver creato il progetto #corrodonna, ecco alcuni consigli per correre evitando rischi inutili.

Va detto: correre, di per sé, non espone a rischi particolari, non più di altre attività almeno. Proprio per questo, però, sia correndo che nella vita di tutti i giorni, è possibile adottare alcuni accorgimenti per prevenire le situazioni a rischio e, quando queste capitano, per evitare il peggio.

corrodonna di garmin

I dati dicono che i casi di aggressioni alle runner sono pochi, almeno quelli denunciati, ma la percezione dell’insicurezza non è comunque piacevole. Basta un fischio, un apprezzamento volgare o sgradevole, una mano allungata all’improvviso per rovinare il piacere di una corsa e decidere di tornare a casa. E se è vero che la sicurezza delle donne viene prima di tutto dagli uomini, è vero anche che spetta alle donne tutelarsi.
Ecco come.

Correte in compagnia

Correre accompagnate, da un’amica, dal fidanzato – perché no, dal cane – o in gruppo è sicuramente consigliabile, anche solo per la compagnia! Se nessuno può accompagnarvi, non rinunciate alla corsa, ma lasciate detto, a chi vi aspetta a casa, dove andrete a correre e per che ora prevedete di tornare.

Se potete, correte di giorno

Correre con la luce del sole non solo è oggettivamente più sicuro ma probabilmente vi aiuterà a sentirvi più tranquille. Quindi, se vi è possibile, cercate di allenarvi al mattino, in pausa pranzo oppure di sera, nel periodo estivo.

Scegliete strade e parchi frequentati

Se non avete alternativa agli allenamenti serali e non potete fare altro che correre con il buio, non preoccupatevi. Non è di per sé l’orario o la luce a farvi correre in sicurezza. Dovete correre di sera e siete da sole? Allora evitate le zone isolate. Concedetevi un allenamento in centro città o ripiegate su parchi tradizionalmente frequentati dai runner.

Musica e buonsenso

Molte runner amano correre con la musica, che sicuramente distoglie dalla fatica e fa compagnia, specie se corriamo da sole. Attenzione però a non isolarvi. Se proprio alla musica non riuscite a rinunciare, almeno usate un solo auricolare. Questo vi permetterà di mantenete alta l’attenzione su quello che accade intorno a voi e di sentire, ad esempio, se un ciclista o un auto si sta avvicinando.

Sfruttate la tecnologia

I nuovi Forerunner 45, 245 e 945 mettono a disposizione delle donne – e non solo – la funzione di Incident Detection. In caso di necessità – fosse anche solo una banale caduta o, peggio, un’aggressione – vi basterà premere un pulsante per inviare immediatamente ai contatti preimpostati una richiesta di soccorso e i dati della vostra posizione.

In generale, valgono poi tutte quelle accortezze che usate anche durante una normale uscita serale: guardatevi le spalle; se notate situazioni o persone sospette, entrate in un luogo pubblico e avvisate le forze dell’ordine; fingete di telefonare e di parlare con qualcuno che vi sta aspettando (potrebbe essere un deterrente).

Insomma, di corsa o no, quando siete fuori casa attenzione e buonsenso sono sempre ottime compagne. Evitate i rischi, correte tranquille.

Condividi