Prestazioni eccellenti con NTT Pro Cycling Team

Gli ciclocomputer della serie Edge sono ormai presenti sulla stragrande maggioranza dei manubri. Non solo perché offrono prestazioni, navigazione, sicurezza e connettività, ma anche perché raccolgono dati, una grande quantità di dati, quelli di cui i team di professionisti hanno bisogno e quelli per cui sono utilizzati da molte squadre durante il Tour de France Uno di questi, il team NTT Pro Cycling, ci ha fornito alcune informazioni importanti sull’utilizzo di questi dati.

I dati Garmin sono fondamentali

I dispositivi Edge registrano moltissimi dati durante la pedalata, dai più comuni come velocità, tempo, GPS, quota e temperatura a molti altri grazie agli accessori come  cadenza, frequenza cardiaca e potenza erogata. NTT Pro Cycling raccoglie tutti questi dati per analizzare i risultati dei loro corridori, ma il team si spinge anche oltre. Molto oltre. Il Dott. Daniel Green, responsabile delle prestazioni per il team, afferma: “Con l’aiuto di Garmin, abbiamo scoperto un ottimo partner per l’elaborazione dei dati e l’apprendimento automatico. Abbiamo sviluppato un sistema di gestione degli atleti molto complesso che integra tutti i dati dei nostri ciclisti in un’ unica piattaforma. In questo modo vengono inseriti tutti i dati di allenamento provenienti dagli Edge, le informazioni sullo stato di salute, i dati sul sonno dei wearable Garmin e i dati sul peso delle bilance Garmin Index. Questa piattaforma ci aiuta a visualizzare, interpretare e integrare insieme i dati”.

I ciclisti del team utilizzano orologi Garmin come il Forerunner 945, e i dati di questo orologio ci sono molto utili per quanto riguarda la misurazione della condizione fisiologica durante la notte. “Cerchiamo di scoprire il modo in cui i nostri ciclisti recuperano, funzionano fisiologicamente, combattono una malattia e non solo in base alla frequenza cardiaca a riposo. Ciò ci offre un quadro molto più dettagliato della salute e del benessere di un ciclista. È utile soprattutto per vedere se un ciclista si è realmente ripreso da un disturbo o da una malattia, così sappiamo se possiamo ricominciare ad allenarci o farlo di nuovo gareggiare”.

Un esempio delle metriche sul sonno che la NTT Pro Cycling calcola per i propri ciclisti in base alle misurazioni FC effettuate tutto il giorno dai wearable Garmin

Attraverso l’apprendimento automatico delineano anche i piani di allenamento dei loro corridori e selezionano le gare migliori per il potenziale e il talento di ciascun ciclista. “Abbiamo creato un indice di performance per quantificare le prestazioni nell’arco di un lungo periodo, fino a 10 anni. Con l’aiuto di questo indice, possiamo vedere quando un ciclista era al meglio e com’era la sua forma fisica durante la prestazione di quel momento. Questo ci permette di delineare il tipo di allenamento che dobbiamo fornire al ciclista per raggiungere in tempo quel livello di forma fisica richiesto per le gare più importanti. Tutti questi dati vengono registrati e raccolti tramite i prodotti Garmin e Garmin Connect”, ha spiegato il Dr. Green.

Le prestazioni come base di partenza

Gli Edge dispongono di tutto ciò di cui hai bisogno migliorare ogni giorno e aiutarti a seguire con precisione un piano di allenamento. Non solo all’aperto, ma anche indoor grazie agli Smart Trainer Tacx. Se analizzi i dati post-pedalata per saperne di più sul tuo allenamento, lo strumento è in grado di dirti che impatto l’allenamento ha avuto sulla tua forma fisica. Pensa al monitoraggio del VO2max e della FTP, una guida al recupero, al tuo Training Status e anche al bilanciamento del tuo Training Load. Se utilizzi i vector e una fascia cardio, gli algoritmi Firstbeat integrati e le informazioni fisiologiche utilizzeranno questi dati per fornire una visione senza precedenti della tua forma fisica e dell’effetto dell’allenamento. Come il Training Load focus, che visualizza il bilanciamento del tuo allenamento nelle attività anaerobiche, ad alto impatto e a basso impatto aerobico.

Questi dispositivi sono inoltre dotati di dati e grafici più completi e personalizzabili, in grado di fornire i dati più importanti sulla pedalata. La NTT Pro Cycling suggerisce naturalmente al team come impostarli. Tuttavia, ognuno è libero di impostare i campi dati che desidera utilizzare, perciò i dati e grafici visualizzati sullo schermo variano in base al ciclista. A seguito di un allenamento o una gara, è premura del team prendere tutti i dati per analizzarli.

Un esempio dei dati raccolti dall’Edge di uno dei ciclisti della NTT durante l’ultima ora di una gara

Navigazione e connettività

Garmin è ormai famosa per la navigazione, quindi con gli Edge non dovrai preoccuparti di perderti durante una pedalata. Gli strumenti forniscono semplici indicazioni svolta per svolta ed è possibile creare un percorso in anticipo o durante l’attività. Questo si basa sul calcolo dei percorsi in base alla popolarità, usando miliardi di chilometri di dati presenti su Garmin Connect relativi ad attività in bici. Inoltre. Importare percorsi da app di terze parti, come Strava, Komoot e Trailfork è molto semplice. La NTT Pro Cycling utilizza spesso questa funzione di navigazione nelle gare e carica i percorsi in anticipo sui dispositivi in quanto questa funzione si è dimostrata molto utile per una discesa veloce in gara e per vedere cosa ti aspetta.

Dopo la pedalata, l’Edge carica automaticamente e senza problemi i dati tramite Garmin Connect sulle piattaforme menzionate sopra e molte altre. NTT Pro Cycling ha scelto di utilizzare la piattaforma Garmin Connect e di associare questi dati con il sistema di gestione degli atleti.

Come un Edge può diventare un  #WinningEdge

La squadra è partita molto forte nel 2020 vincendo sei gare già prima del lockdown. Il loro obiettivo è quello di continuare su questa scia vincente approfondendo e analizzando i dati Garmin. “L’umore della squadra all’inizio della stagione era altissimo, soprattutto dopo aver vinto alcune gare. Sentivamo la fiducia che cresce nel team, e questo ci ha messo le ali ai piedi. Quando hai successo, questo genera fiducia e porta ad altri successi. Si auto-alimenta e allora tutto viene più facile. Stiamo cercando di mantenere lo slancio che abbiamo avuto all’inizio dell’anno nel resto della stagione. Non puntiamo solo alle vittorie, ma anche ai primi dieci e al podio. Siamo certi che saranno molte le vittorie che ci attendono” ha concluso il Dr. Green.