Quali muscoli sviluppa l’arrampicata?

Che lo si pratichi all’aria aperta, tra falesie e incantevoli scenari naturali, o indoor, in percorsi studiati e progettati da esperti istruttori all’interno di palestre confortevoli e sicure, il climbing è in grado di apportare indubbi benefici dal punto di vista fisico. Scalare a mani nude consente infatti di bruciare un elevato numero di calorie, mantenere allenato a ritmi sostenuti di allenamento l’apparato cardiocircolatorio e ridurre lo stress.

Ma quali muscoli sviluppa l’arrampicata sportiva? La risposta è semplice: non c’è parte del corpo che non venga coinvolta durante una scalata. Certo non tutti i gruppi muscolari sono impegnati allo stesso modo e per questo motivo è utile un programma di allenamento che coinvolga e contribuisca a sviluppare in maniera armonica il fisico in base alle proprie esigenze.

Gli smartwatch Garmin per l’outdoor, grazie alle funzioni specifiche per gli sport di arrampicata, consentono di registrare le proprie prestazioni fisiche durante l’ascesa con importanti dettagli sulla frequenza cardiaca e sul respiro. Impostando il grado di difficoltà della scalata programmata inoltre, è possibile registrare informazioni relative al tempo di percorrenza, all’altezza raggiunta e al numero di tentativi effettuati, e avere a disposizione un quadro completo della prestazione utile al climber per affinare la propria preparazione fisica.

Programma i tuoi allenamenti per l’arrampicata con i wearable Garmin

arrampicata muscoli interessati

Quali Muscoli Allena il Climbing

Arrampicarsi a mani nude su una parete naturale o artificiale è un esercizio impegnativo, che richiede concentrazione e forza. Fisico asciutto, fibre muscolari allungate e ben definite unite ad una notevole elasticità sono infatti le caratteristiche tipiche del fisico di un climber.

In passato la preparazione veniva curata prestando quasi esclusivamente attenzione alla parte alta del corpo: le tendenze attuali invece considerano importante uno sviluppo più completo, al fine di favorire equilibrio e armonia.

Vediamo insieme quali sono i muscoli che si sviluppano maggiormente nell’arrampicata sportiva:

Naturalmente nessuno dei muscoli citati lavora separatamente dagli altri: l’arrampicata sportiva infatti coinvolge in maniera congiunta e combinata gruppi differenti, consentendo quella serie di piccoli aggiustamenti che permettono di modificare il baricentro a seconda delle situazioni, distribuendo correttamente lo sforzo e mantenendo l’equilibrio.

Per questo motivo è importante curare i molteplici aspetti che compongono la sfera del benessere, dalla qualità del riposo ai livelli di stress, e affrontare gli impegni con maggiore energia. Affidatevi agli smartwatch Garmin per l’outdoor per migliorare le vostre performance e avere muscoli allenati e pronti per le arrampicate.

I wearable Garmin della serie Instinct 2 sono dotati di importanti funzioni di rilevamento dei parametri fisici e consentono di monitorare le prestazioni e i tempi di recupero per affrontare al meglio le scalate.

Affidati a Instinct 2 per preparare le tue arrampicate