Stretching: cos’è e a cosa serve

Lo stretching è una tecnica di allungamento muscolare che consiste in una serie di esercizi utili a migliorare la flessibilità e l’estensione del movimento.

Spesso sottovalutata, questa pratica è in realtà di estrema importanza sia in ambito sportivo che medico, soprattutto per la riabilitazione post-infortunio: prima di capire a che cosa serve lo stretching e quali sono i suoi principali effetti sulla salute, analizziamo più da vicino alcune nozioni di base.

In che cosa consiste lo stretching

Ispirato dall’aerobica americana, lo stretching giunse una trentina di anni fa in Europa e in Italia, dove fu teorizzato da Bob Anderson, insegnante di aerobica e scrittore californiano che pubblicò l’omonimo libro oggi considerato il testo di riferimento della disciplina.

La parola stretching deriva dal verbo inglese “to stretch”, che in italiano significa “allungare”: la metodica utilizzata durante la pratica consiste infatti nell’allungamento muscolare e nella mobilizzazione delle articolazioni attraverso esercizi in grado di coinvolgere anche il tessuto connettivo, dalle fasce muscolari ai tendini.

La capacità di movimento può essere condizionata da vari fattori, in primis dalla struttura ossea e dal grado di estensibilità di legamenti, tendini e muscoli, ma anche da altri elementi non propriamente legati a componenti anatomiche o funzionali, quali il livello di riscaldamento corporeo o la temperatura dell’ambiente.

Indipendentemente da queste variabili, le fibre muscolari hanno la capacità di adattarsi con l’esercizio costante, permettendo di guadagnare coordinazione, dinamicità e forza. L’allungamento rientra infatti tra le caratteristiche innate della nostra struttura fisica ma questo necessita però di pratica e allenamento: senza la giusta frequenza ed un’esecuzione corretta degli esercizi nel tempo la muscolatura tende ad accorciarsi e a perdere funzionalità ed efficienza.

I dispositivi Garmin con funzioni per il fitness e il wellness vi possono accompagnare nelle routine di allenamento, aiutandovi a pianificare al meglio i vostri workout: tramite l’app Garmin Connect potrete scaricare sullo smartwatch tanti esercizi, completi di clip animate e compresi quelli di stretching, che vi guideranno nell’esecuzione di ogni movimento.

Pianifica le tue sessioni di allenamento con gli smartwatch Garmin

stretching a cosa serve

A cosa serve fare stretching muscolare

Capire a cosa serve lo stretching muscolare significa individuarne benefici e vantaggi, soprattutto in ambito sportivo.

Il suo principale obiettivo è migliorare l’elasticità, la flessibilità e la mobilità muscolare: prima dell’attività fisica, l’allungamento favorisce l’afflusso di sangue ai muscoli consentendo così di ottimizzare le prestazioni durante l’esercizio successivo; nel post allenamento favorisce invece il recupero e contribuisce ad allentare le tensioni muscolari prodotte dallo sforzo fisico.

Inoltre permette di:

Per ottenere il massimo beneficio dall’allungamento è fondamentale accompagnare ogni movimento con la respirazione corretta, indispensabile per aiutare il corpo a rilassarsi attenuando le tensioni e favorendo l’ossigenazione.

Gli activity tracker di Garmin, grazie alle funzioni di monitoraggio della salute, vi aiutano a migliorare la flessibilità attraverso diversi esercizi di respirazione, che potrete abbinare alle vostre routine di stretching per aumentarne l’efficacia.

Allena la flessibilità con gli activity tracker di Garmin