I migliori Spot per il Kitesurf in Italia

Tra sole, vento costante e acque cristalline, il nostro Paese offre tanti luoghi in cui fare kitesurf: spot di qualità unici e spettacolari per prendere confidenza con la disciplina.

Le condizioni favorevoli del vento, ma anche le bellezze culturali e paesaggistiche del nostro territorio, rendono infatti l’Italia una vera attrattiva per chi si avvicina al mondo del kiteboarding.

Ovunque decidiate di andare, grazie alle mappe nautiche precaricate sugli smartwatch Garmin della serie Quatix 7 sarà più semplice sapere dove vi trovate e scoprire tutti i segreti della linea costiera: questi orologi dedicati alla nautica con app precaricate per gli sport acquatici, vi offrono tutte le funzioni più utili dentro e fuori dall’acqua, direttamente al polso.

Vivi il mare al 100% con gli orologi Garmin per gli sport acquatici

Dove Fare Kitesurf in Italia

Quando non si ha ancora dimestichezza con la vela e con le principali manovre di sicurezza, è importante valutare lo spot ideale dove fare kitesurf sulla base di tre fattori fondamentali: vento, spiagge e acque.

Se il vento costante è la prima condizione favorevole, l’ideale per un principiante è partire da una spiaggia priva di ostacoli e rocce che consenta di stendere le linee in tranquillità per poi issare la vela direttamente dall’acqua.

Qui la principale difficoltà è in genere rappresentata dal galleggiamento, importante sarà dunque trovare uno spot con acqua alta fino alla vita, tendenzialmente calma e con fondo sabbioso. Fortunatamente in Italia esistono tantissime località in grado di rispondere a questi requisiti: ne abbiamo selezionate alcune, da Nord a Sud, perfette anche per chi è agli esordi, ecco quali sono.

  1. Andora – Liguria. Tanto vento, fondali sabbiosi e un clima temperato: la Riviera Ligure è sicuramente tra i luoghi ideali per fare kitesurf: da Voltri, che quando spira la tramontana offre mare piatto per planare, all’Isolotto di Bergeggi, una zona riparata dalle onde che è possibile raggiungere di bolina da Noli. Andora è invece dominata dai venti di Ponente e Libeccio e con le sue ampie spiagge offre un sicuro riparo ai meno esperti in caso di mareggiate, spesso frequenti nel periodo estivo.
  2. Lago di Garda e d’Iseo – Lombardia. Chi ha detto che i migliori kite spot in Italia debbano essere solo di acqua salata? Le acque del Lago di Garda con i suoi venti termici sono un’attrattiva unica per gli appassionati di questa disciplina: le località più frequentate sono Torbole e Malcesine, mentre per godere delle acque del lago d’Iseo, vero paradiso per chi ama gli sport acquatici, è necessario raggiungere in barca la zona di Vello, da dove è possibile sfruttare venti ottimali.
  3. Salomone – Toscana. Spostandoci in Toscana, lo spot di Salomone è uno dei più conosciuti per la sua spettacolare vista sul golfo dell’Argentario e il vento costante e spesso debole, proveniente da Nord Ovest: l’acqua bassa con fondale sabbioso è ideale sia per i principianti che per gli amanti dello stile freestyle.
  4. Porto Cesareo – Puglia. Il Salento, a sud della Puglia, offre località di grande bellezza, con gli spot di Torre Mozza e Porto Cesareo tra i più conosciuti. Anche Gallipoli è uno degli spot ideali per iniziare a fare kite sulla costa ionica, particolarmente apprezzata per i venti favorevoli provenienti da sud e di maestrale. Per quanto riguarda le acque, a Sud la Laguna della Strea con le sue acque piatte offre le condizioni perfette per i freestyler, mentre a Nord è la Baia Grande con le sue rocce a circa 250 metri a largo e il mare calmo ad attirare gli appassionati della disciplina.
  5. Laguna dello Stagnone – Sicilia. A Marsala, in Sicilia, la Laguna dello Stagnone offre scenari mozzafiato al calar del sole sulle Isole Egadi e l’intero Arcipelago omonimo: più a nord dell’Isola Grande, è la spiaggia Tahiti ad attirare riders e atleti locali provenienti da ogni parte del mondo, per la sua acqua cristallina a ridosso dalle suggestive saline rosa e il vento favorevole proveniente da Sud.
  6. Porto Botte – Sardegna. Uno dei migliori spot dove fare kitesurf in Sardegna è Porto Botte, nella parte meridionale dell’Isola, esattamente a Giba: qui è possibile godere di ampi spazi di acqua bassa in cui esercitarsi e prendere confidenza con la disciplina.
    I venti soffiano forti e costanti anche in altri spot come Punta Trettu a San Giovanni Suergiu, nei pressi di Sant’Antioco, dove i fondali bassi offrono condizioni ideali anche per i neofiti. A nord invece Porto Pollo, tra Santa Teresa di Gallura e Palau, con la sua spiaggia di sabbia granitica e le frequenti raffiche di vento piuttosto intenso che spira dalle Bocche di Bonifacio, è la meta ideale dei più esperti.
  7. Lido di Gizzeria – Calabria. Anche il Lido di Gizzeria, non lontano da Lamezia, si classifica tra i migliori posti dove fare kitesurf in Italia: una spiaggia lunga e larga dove le condizioni meteo e il vento favorevoli consentono ogni anno di organizzare vere e proprie competizioni di Hydrofoil. Altrettanto conosciuta per il vento termico anche Punta Pellaro, frazione di Reggio Calabria, località che attira ogni anno gli appassionati della disciplina.
kitesurf in italia
Laguna dello Stagnone in Sicilia

Da nord a sud, il miglior modo per vivere le prime esperienze è di non porre limiti alle sfide: gli orologi per gli sport acquatici di Garmin, come Instinct 2 Surf Edition, vi aiutano a monitorare i vostri progressi registrando la vostra traccia sull’acqua e tutti i dati utili per capire come migliorare.

Infatti, grazie alla tecnologia GPS di ultima generazione, vi permette di rilevare la posizione, la velocità, la distanza percorsa e la frequenza cardiaca mentre fate kiteboarding, così da tenere traccia dei miglioramenti e restare sempre motivati.

Monitora le tue uscite di kite con Garmin Instinct