Garmin #Vector, la potenza direttamente sul pedale.

I dati di potenza espressa durante gli allenamenti e le gare in bici sono ormai un valore a portata di mano, anzi di pedale. Con il nuovissimo VECTOR™  sarà possibile vedere in tempo reale la spinta scaricata sui pedali.  Il collegamento con i GPS della famiglia Edge e Forerunner compatibili avviene in modo rapido e affidabile grazie al protocollo ANT+. Poiché VECTOR™ si applica su entrambi i pedali sarà possibile analizzare anche il bilanciamento in percentuale di potenza tra i due arti e provvedere a riequilibrare il lavoro della gamba più debole. Con VECTOR™ si completa un vero sistema di networking Garmin dedicato al mondo ciclo: GPS + Cardio + Cadenza + Potenza + Live tracking.

Da alcuni anni la fisiologia dell’allenamento del ciclismo ha introdotto un parametro di valutazione che è entrato nel linguaggio quotidiano di allenatori, preparatori atletici e atleti, siano essi professionisti o semplici amatori. Di cosa stiamo parlando? Della potenza! Ovvero di quel valore espresso in watt che denota la qualità del lavoro in bici.

Ma andiamo con ordine, partendo dalla definizione. La potenza di un ciclista si misura dalla energia della sua spinta sul pedale e viene moltiplicata per la cadenza, cioè la frequenza di pedalata. In che modo si ottiene un aumento di potenza? Due i casi: da una parte imprimendo maggior forza sul pedale e mantenendo la stessa cadenza, dall’altra aumentando la frequenza di pedalate con la stessa forza di spinta.

Il risultato è facilmente comprensibile: maggior potenza genera l’atleta, migliori saranno le sue prestazioni. La potenza, quindi, è una misurazione immediata e veritiera dello sforzo che l’atleta sta compiendo, e a fianco di altri due parametri di valutazione come la frequenza cardiaca e la cadenza, si ottiene un quadro completo di analisi in tempo reale della performance.

Per maggiori informazioni visita la pagina Vector

Condividi